Aria di primavera, voglia di picnic!

Dopo tante false partenze, la sospirata bella stagione sembra essere arrivata! Le giornate sono ormai lunghe, il sole riscalda a dovere, gli alberi sono in fiore e i prati più invitanti che mai… Allora, bando agli indugi: chiama gli amici, rispolvera tovaglie a quadretti e cestini di vimini… è tempo di picnic!

Take it easy!

In mare o in campagna, in famiglia o con gli amici, obiettivo di ogni picnic è rilassarsi all’aria aperta, assaporando stuzzichini golosi, facili da preparare e pratici da gustare.
Picnic è sinonimo di piedi nudi sul prato e raggi di sole sulla pelle, di cose buone assaporate in ordine sparso, senza necessariamente piatti e posate, di grandi che chiacchierano, mentre i piccoli giocano in libertà.
Fai in modo che questo mood rilassato contagi anche i preparativi: il trucco è suddividersi con gli amici le cose da portare e optare per cibi appetitosi, ma non troppo elaborati, comodi da trasportare, che si possano mangiare con le mani, senza un tavolo su cui appoggiarsi.

Le regole di un picnic perfetto 

  1. Vietato stressarsi: picnic vuol dire relax, a partire dai preparativi.
  2. Ognuno porta qualcosa: ci si divide il lavoro e si gustano tante cose diverse.
  3. Lascia a casa le posate: punta su delizie mono-porzioni e finger-food.
  4. Usa e getta con moderazione: non esagerare con stoviglie in plastica, preferiscile in materiale biodegradabile e, quando puoi, opta per tovagliolini, tupperware e barattoli in vetro.
  5. Preserva il freddo e il caldo: non dimenticare la borsa frigo per mantenere fresche le bevande e il thermos se non rinunci al caffè o al thè caldo nemmeno en plein air.
  6. 100% relax: se il piacere del sole, i profumi della natura e le chiacchiere non ti bastano, puoi portare anche un mazzo di carte, giochi di società, un pallone e magari un po’ di musica; basta una chitarra o uno smartphone con mini cassa bluetooth, a seconda dei gusti.
  7. Lascia il prato che ti ha accolto come l’hai trovato: porta diversi sacchetti in cui separare i rifiuti a banchetto finito.

Cosa mettere nel cestino?

La parola picnic (piquenique) deriva dal verbo francese piquer, che significa rubacchiare, piluccare e descrive un pasto libero da posate e da portate in cui si gustano  cibi diversi, comodamente seduti per terra.
Il trucco è quindi scegliere ricette mono-boccone o mono-porzione, che si possano gustare direttamente con le mani o con l’aiuto di mini-posate, bacchette o stuzzicadenti.
Via libera quindi a sandwich misti, tramezzini, focaccine ripiene, specialità finger-food, come polpettine vegetariane, muffin salati, cubetti di quiche o frittata, crudités di verdura, bruschette da preparare al momento (anche con una focaccia croccante) ma non solo…

Un’idea sfiziosa, pratica e anche green è utilizzare contenitori mono-porzioni come barattoli in vetro dalla chiusura ermetica per servire mini-insalate, pasta fredda, piatti unici a base di cereali e verdure.

In questo modo, puoi davvero sbizzarrirti con ogni tipo di ingrediente e combinazione: grazie alla profondità del barattolo e con l’aiuto di una piccola posata, sarà semplice gustare ogni ricetta, anche senza un tavolo come piano di appoggio.

Ecco alcuni esempi da "mangiare anche con gli occhi": Panini con salmone affumicato, caprino, insalata e Pomodori Essiccati; Insalata di Tonno Bianco all'Olio di Oliva, Cuori di Carciofo, Crema di Carciofi, zucchine e timo; Pancake con Cuori di Carciofo, insalata, pomodoro fresco, pinoli e Salsa Tonnata all'Olio di Oliva.
Il nostro suggerimento è puntare sul mix di semplicità della preparazione e prelibatezza degli ingredienti. Ecco le specialità, che possono rendere straordinario anche un semplice panino o un’insalata: i nostri Sott’Oli, Pomodori Essiccati, Cuori di Carciofo e Peperoncini Rossi Farciti, il nostro Tonno Bianco, ma anche la Ventresca, le Sardine e i Filetti di Acciuga (disponibili fino a fine maggio) e, naturalmente, la Maionese e la Salsa Tonnata all’Olio di Oliva.

Lasciati ispirare anche da queste ricette: Pirottini di tonno, Tartellette ai tre pomodori, Insalata di pasta, Zucchine sott’olio in vetro, Pizza al pesto, Focaccia Ligure, Focaccia con le olive, Bruschetta al tacchino e paté di olive.

Consigli pratici

  • Per rilassarvi dopo pranzo, puoi portare un telo impermeabile o un paio di plaid su cui stendervi.
  • Il giorno prima ha piovuto e ora l’erba è tutto bagnata? Sposta il banchetto su un tavolo di legno: cerca in zona le aree attrezzate per picnic.
  • Temi gli insetti? Porta uno spray anti-zanzare per voi e delle campane in rete per proteggere i vostri manicaretti.
  • Se la giornata è particolarmente calda, puoi trasformare il picnic in un romantico aperitivo al tramonto
  • Non dimenticare frutta e dolce: sono perfetti una macedonia preparata in anticipo e una torta da tagliare a fette, comoda da mangiare anche usando un semplice tovagliolino.
Buon picnic!
ISCRIVITI 
Per te, nuove ricette, suggerimenti e contenuti esclusivi!